Lunghe file ai banchetti per la raccolta firme #Salvininonmollare, tantissime richieste in rete tanto da rallentare il server. La raccolta continua on line.

A cura di Giorgio La Porta – Una partecipazione che va oltre ogni più rosea previsione per la mobilitazione nazionale della Lega dal titolo SalviniNonMollare tenutasi nel weekend in tutte le piazze italiane.

Il popolo di Salvini sfida il gelo dei giorni della merla e si mette silenziosamente in fila per chiedere al Capitano di non arrendersi mai. Scommessa stravinta per la Lega che dopo il successo di Piazza del Popolo a Roma, ha messo in campo oltre 5000 militanti in tutta Italia per l’organizzazione di oltre 2000 punti di raccolta firme in tutto il fine settimana.

Sin dalle prime ore i banchetti sono stati presi d’assalto dai simpatizzanti che hanno voluto ribadire il sostegno al Capitano nella vicenda della Diciotti, sottoscrivendo una petizione che afferma ‘Matteo Salvini rischia da 3 a 15 anni di carcere per aver fatto il proprio dovere di ministro difendendo i confini italiani”.

Le foto delle file ai banchetti vengono immediatamente diffuse sui social e così l’iniziativa diventa virale e la gente inizia a cercare in rete i banchetti più vicini a casa.

Abbiamo pubblicato sabato un articolo per annunciare l’iniziativa e siamo subissati di messaggi ed email di richieste di informazioni.

L’organizzazione della Lega ha pensato a tutto e così ha deciso di lanciare la petizione anche online dal sito www.salvininonmollare.it per rendere l’iniziativa ancora più capillare e permettere davvero a tutti di poter esprimere il proprio sostegno al Ministro dell’Interno.

In poche ore un’ondata di oltre 200 mila iscrizioni ha sfidato la resistenza del server tanto che il sistema che le email di conferma arrivano con qualche difficoltà e il popolo della rete scrive messaggi con qualche preoccupazione. Interviene prontamente Luca Morisi, colonna portante della comunicazione di Salvini, che rassicura tutti dalla sua pagina facebook affermando che decine di migliaia di email di conferma sono in spedizione e che c’è stato un assalto mai visto nella sua vita.

L’entusiasmo è tanto e la Lega ha un bel problema: troppe firme e troppi sostenitori tutti insieme. Chissà quanti altri partiti vorrebbero lo stesso problema…

Intanto dalle pagine social vengono diffusi i video delle folle in piazza nei comizi elettorali per la campagna elettorale per le regionali in Abruzzo. Anche in questo caso l’ironia di Morisi non si fa attendere: ‘sono tutti bot russi’. In un altro tweet commenta:‘piazze incredibili per il Capitano in Abruzzo! Vita reale, persone vere. Quanto fastidio daranno a qualcuno queste immagini…”

La campagna elettorale per le regionali è nel vivo e mentre nel panorama politico si assiste a liti a sinistra e scissioni varie negli altri partiti, la Lega punta sul suo leader. La raccolta firme prosegue e la campagna per le europee si avvicina. Se le piazze sono un buon termometro del consenso per Salvini si annuncia una primavera politica. 

ELEZIONI EUROPEE: SE RICEVESSI OGGI LA SCHEDA ELETTORALE, CHI VOTERESTI?
VOTA