CHI SIAMO

locandina centrodestra testata

I nostri padri, i leader storici del centrodestra italiano non smettono di litigare come degli anziani rancorosi. Altri continuano a ripetere le stesse identiche cose proprio come i nonni che ogni domenica ti raccontano la conquista dell’Abissinia. Altri sono stati esiliati e infangati, altri ancora sono semplicemente andati in pensione.

Ci interessa poco dei leader e delle loro liti da anziani rancorosi, ci appassiona di più un dibattito sul futuro del centrodestra.

Vogliamo dare voce all’Italia di centrodestra, a quei milioni di elettori che hanno permesso la vittoria della coalizione moderata negli ultimi 20 anni e che oggi si trovano nel più totale sbandamento possibile e assistono alle guerre tra tribù degne della Libia post Gheddafi.

Non sarà un percorso veloce e non sarà realizzabile l’unità del centrodestra tra un mese, ma abbiamo il dovere di discuterne e lavorarci sin da subito. Spesso la gente ci domanda chi sarà il candidato premier alle prossime elezioni, ma ci appassiona poco questo dibattito. Non sarà un nuovo leader a cambiare le sorti di questa area politica. Ci piace di più pensare a quali valori farà riferimento, quali battaglie vorrà affrontare e quali provvedimenti impopolari vorrà adottare.

Il nuovo sistema elettorale che prevede ballottaggi ci detta un’agenda intensa di lavoro prima che si arrivi ad uno scontro diretto tra Pd e Movimento 5 stelle. Il centrodestra che rappresenta la maggioranza silenziosa del Paese non può restare in panchina a guardare gli altri che giocano la partita e tanto meno può essere ridotto ad una scuderia che presta truppe a questo o quel Governo.

E’ un progetto molto più ampio e lungimirante: riuscire a coinvolgere quei 18 milioni di elettori che nel 2001 sostennero la Casa della Libertà e che oggi non trovano nelle tante meteore del panorama politico la loro casa.

Siamo un sito, un giornale di informazione fatto dagli elettori, da quelle persone che hanno creduto e militato in questi anni e che si sono rese protagoniste delle vittorie e che hanno sofferto delle sconfitte.

Ci sono tanti amministratori locali, giovani universitari brillanti, artigiani, imprenditori ed ex parlamentari che hanno molto da offrire a questa comunità umana che ha dimostrato negli anni di saper governare e proporre soluzioni.

Raccoglieremo l’esperienza di tutti e la voglia di mettersi a disposizione. Siamo convinti che il patrimonio più grande del centrodestra italiano non sia il conto bancario di questo o quel personaggio, ma un patrimonio culturale e valoriale che affonda le sue radici nel Risorgimento italiano.

Il primo spazio di confronto con gli e-lettori sarà il Muro parlante, uno spazio che esiste dal 2002, ovvero prima ancora che nascesse facebook e che in questi anni ha raccolto e moderato milioni di messaggi. Siamo noi e oggi centro-destra.it avrà in esclusiva questo storico spazio di dibattito quotidiano. Ogni utente potrà far parte della nostra piattaforma on line inviandoci i suoi articoli nella sezione ‘entra a far parte della redazione online’ e dopo una attenta visione verranno pubblicati su questo spazio che è e resta uno spazio a disposizione dei lettori.

Terza importante novità che per noi è un segno distintivo è la totale gratuità dei nostri servizi. Nessuno paga niente e nessuno riceve denaro, proprio perché non vogliamo essere influenzati da questo o quell’editore. Le prese di posizione che leggerete su questo spazio verranno prese a titolo personale da parte degli autori, siano essi semplici cittadini o cariche pubbliche. La rete ci offre uno spazio immenso e le potenzialità dei social network possono permettere vere e proprie rivoluzioni culturali. E la più bella libertà della rete è la totale gratuità dei suoi servizi. Anche per questo abbiamo scelto un template open source, ovvero gratuito, non per andare a risparmio, ma per una precisa scelta presa all’unanimità nella prima riunione della redazione. Non ci servono contributi economici, ma idee, articoli, foto, video, la vostra esperienza nella grafica e nella programmazione dei siti internet. 

Non ci mancano le cose da fare e da dire. Siamo un bel gruppo di giovani che grazie ai moderni mezzi di comunicazione possiamo permetterci di stare sul pezzo 24 ore su 24. Abbiamo molto da dire e tante pagine da scrivere per la nostra Italia.

Non possiamo permetterci di restare in panchina, amiamo giocare le finali e abbiamo dimostrato di saperle anche vincere.  

Noi siamo pronti e siamo on-line. Voi siete pronti a condividere e arricchire la nostra esperienza e diffondere le pagine di questo sito?

Vi presentiamo qualche foto della nostra Conferenza Stampa di presentazione presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati.

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: