Il 27 marzo del 1994 il Polo della Libertà di Silvio Berlusconi vinceva per la prima volta le elezioni. Nasceva la seconda Repubblica e iniziava la storia politica del centrodestra italiano.

A cura di Giorgio La Porta – 30 anni di centrodestra, 30 anni di noi. Era la lunga notte del 27 marzo quando l’Italia sconvolta dagli attentati della mafia e disgustata dagli arresti di Tangentopoli, decideva di voltare pagina votando i partiti di centrodestra per la prima volta nella storia.

Silvio Berlusconi, fondatore di Fininvest in meno di due mesi di campagna elettorale, riuscì a creare un fronte comune dei moderati per fermare la vittoria già annunciata del polo dei progressisti che al suo interno conteneva anche rifondazione comunista di Fausto Bertinotti.

E’ la prima volta che si votava con il nuovo sistema elettorale Mattarellum, scritto da Sergio Mattarella che premiava le coalizioni. Il centrodestra non era maggioranza nel Paese, ma essendo la coalizione più grande vinse le elezioni. Ma i programmi diversi, alcuni sgambetti e il fuoco incrociato dei vecchi poteri, fecero durare il governo pochi mesi e la legislatura si chiuse appena due anni dopo.

In quella elezione Silvio Berlusconi con Forza Italia creerà un contenitore politico che tra mille passaggi è oggi uno dei partiti più vecchi nella storia della nostra repubblica. La lega nord di Bossi che pochi mesi dopo farà cadere Berlusconi, correrà da sola alle elezioni di due anni dopo prendendo un ricco 10% che servirà però a portare direttamente Romano Prodi a Palazzo Chigi.

Ma in quella esperienza ricordiamo anche e soprattutto lo straordinario risultato di Alleanza Nazionale, il nuovo cartello elettorale della destra italiana che solo l’anno successivo si riunirà nello storico congresso di Fiuggi che prenderà posizioni chiare su Europa e fascismo.

E’ in quel 27 marzo che nasce un embrione del moderno centrodestra e nonostante prima la coalizione fosse a trazione berlusconiana, oggi siamo testimoni di quella eredità politica.

Sono 30 anni che stiamo insieme e siamo qualcosa di più di un semplice cartello elettorale o di un campo largo che tenta di fare la semplice somma algebrica dei partiti. Ci conosciamo bene, sappiamo chi siamo, da dove veniamo e cosa vogliamo. E con altrettanta esperienza conosciamo i nostri avversari.

La sfida di governare non è assolutamente facile, ma è un campo minato tra continui imprevisti. Ma la destra è coraggio e non ha mai paura e soprattutto sappiamo che se restiamo uniti, difficilmente gli altri avranno vita facile.

Buon lavoro all’intero Esecutivo, a tutti i rappresentanti e gli amministratori locali del centrodestra italiano, ai milioni di italiani che hanno sempre sostenuto le forze di centrodestra.

E un grazie speciale anche a tutti voi e-lettori che se siete su centro-destra.it sapete perfettamente di cosa stiamo parlando.

In questo LINK la diretta della maratona elettorale di quella notte sulla RAI

 

QUALE DI QUESTI E' PER TE L'OPINIONISTA DELL'ANNO? Puoi esprimere fino a TRE preferenze.
10021 votes · 22905 answers
VOTARisultati